Terremoto in Abruzzo: che previsione

Passano i giorni, gli anni, i decenni, i secoli, ma a volte sembra che in realtà la vita sia sempre la stessa. Così se ascoltiamo i telegiornali di dieci o venti anni fa, anni così diversi dai nostri, ci accorgiamo che in realtà, anche se nomi e luoghi cambiano, le notizie sono sempre le stesse. Vi sembra possibile che una persona, per quanto autorevole e piena di cultura, abbia potuto descrivere così bene ciò che è accaduto dopo il terremoto di L’Aquila? Si che può di rete, ma non sapete di chi sto parlando. Leggete allora questo brano tratto da “Uscita di Scurezza”, scritto da Ignazio Silone e pubblicato nel 1965: queste si che sono previsioni, oppure l’Italia non cambia mai. 

Caro Silvio, resteranno solo promesse?

Siamo ormai a metà dicembre, e per il “cratere” aquilano si avvicina l’ora della resa dei conti. Si proprio della resa dei conti, ma non in senso metaforico, come spesso viene utilizzata questa frase, ma proprio in senso letterale. A gennaio 2011 tutti coloro che hanno usufruito della sospensione dal versamento delle tasse, dovranno restituire quanto non versato. E per tasse si intendono molte cose, dai versamenti IRPEF ai bolli auto.

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate