ricevute e documenti: quando si possono buttare

casa
Con il passare dei giorni, settimane, mesi ed anni, in casa si accumulano carte, documenti, bollette e ricevute varie. La tentazione di buttare tutto è forte e spesso vince la ragione, anche perchè non possiamo creare un archivio infinito nelle nostre case. A volte capita però che dopo qualche tempo veniamo a chiamati a dimostrare di aver effettuato un pagamento ed allora, se siamo caduti nella tentazione di buttare tutto, cominciano problemi ed arrabbiature. Per fortuna però ci sono dei termini di prescrizione fissati dalla Legge, ossia termini scaduti i quali non siamo più tenuti a dimostrare qualcosa.

Cosa fare se avete un incidente all'estero

 

assicurazione
Tempo d’estate, tempo di vacanze e tempo di viaggi. Quanti persone si recheranno all’estro con la propria autovettura e, purtroppo, a qualcuno capiterà di avere un incidente stradale. Non fatevi prendere dal panico. Esiste infatti una procedura europea che semplifica e riduce i tempi per il risarcimento.
Sarà meglio conoscerla così, se la sorte ci sarà avversa, sapremo cosa fare e non ci dovremo preoccupare più di tanto.

Facebook: nuove impostazioni privacy

facebook
Le continue evoluzioni di Facebook, con sempre nuove collaborazioni con siti internet esterni, così come alle reti pubblicitarie, così come le costanti e continue critiche alla piattaforma sociale più famosa al mondo per l’invasione troppo marcata nella vita privata dei suoi iscritti, conducono inevitabilmente ad una continua modifica anche delle impostazioni sulla privacy che ogni utente può modificare a proprio piacimento. Fermo restando che comunque tutti devono sapere che quando decidono di condividere qualsiasi aspetto della propria vita con una “piazza” così affollata è inevitabile che le informazioni in qualche modo vengano rese più o meno pubbliche. E’ anche vero che in pochi conoscono la possibilità di modificare le proprie impostazione della privacy e cosa sia effettivamente modificabile. Andiamo allora ad analizzare quali siano queste impostazioni e come si posa agire su di esse.

L’IMU e il terremoto

casaSignore e signori, ecco a voi l’IMU. Probabilmente ormai tutti sanno di cosa si tratta e quale sia la sua finalità. Per quelle poche persone che non lo sanno possiamo dire che si tratta di una nuova imposta il cui nome per intero significa Imposta Municipale sugli Immobili, introdotta con il decreto nr.23 del 2011 e che doveva entrare in vigore dal 2014. A dicembre del 2011, con il Decreto anti crisi del Governo Monti la sua applicazione viene anticipata al 2012 ed entro il 16 giugno 2012 tutti i proprietari dovranno versare il cd acconto. Ora le problematiche che questa imposta crea sono diverse, sia a livello nazionale che a livello locale, soprattutto per quel che riguarda il territorio aquilano, colpito dal sisma del 6 aprile 2009, e altre zone colpite da calamità naturali.

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate